Per RIFLETTERE: “La custode di mia sorella”

“La custode di mia sorella”

di Jodi Picoult

 Mi fecero sedere e mi dissero tutte le solite cose, naturalamente, ma mi spiegarono anche che avevano voluto il mio piccolo embrione, quello e non uno qualsiasi, perchè poteva salvare mia sorella Kate. “Ti abbiamo amato ancora di più”, mi rassicurò mia madre, “perchè sapevamo esattamente cosa volevamo”. Mi ritrovai a domandarmi tuttavia, che cosa sarebbe accaduto se Kate fosse stata sana.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...